Clive Barker

Clive Barker
Articolo di: 

"Non vi è piacere eguale alla paura".




Clive Barker, born in Liverpool, è cresciuto in una normalissima famiglia middle-class britannica. A soli quattro anni, il 21 maggio del 1956, è stato testimone - tra una folla di 100.000 persone all'Whitmonday air show, sia chiaro - della tragica fine di Léo Valentin, uno stuntman che si faceva lanciare da un aereo munito solo di ali di legno e che in quell'occasione purtroppo ebbe un incidente e si sfracellò al suolo: l'evento, fortemente iconico, riecheggerà spesso nelle opere del Barker scrittore, che debutta all'inizio degli anni '80 con la serie Books of Blood, Libri di sangue (parzialmente e maldestramente smembrata in italiano e solo recentemente avviata a una pubblicazione filologicamente corretta), che ha un travolgente successo commerciale e riceve l'endorsement di Stephen King, che scrisse "I have seen the future of horror, his name is Clive Barker" riprendendo la celebre frase del critico musicale Jon Landau su Bruce Springsteen. Seguono numerosi romanzi, e anche se gradualmente il suo nome scompare dalle posizioni più alte delle classifiche di vendita Clive Barker può contare su uno zoccolo duro di fan che non gli fanno mai mancare il suo appoggio. Sin da subito Clive Barker ha saputo costruirsi una carriera parallela come cineasta. Dopo due sceneggiature per George Pavlou ha esordito come regista con il morboso blockbuster "Hellraiser" (1987) per poi proseguire con i solidi "Cabal" (1990) e "Signore delle illusioni" (1995), veri longseller sul mercato homevideo. Ha firmato altre sceneggiature e prodotto altre pellicole prima di fondare, nel 2005, la casa di produzione Midnight Picture Show con Jorge Saralegui. Pittore e scultore a tempo perso, Barker è anche una figura importante nel panorama mondiale dei comics: ha creato, sceneggiato o ispirato decine di serie a fumetti. Sin dai primi anni '90 Clive ha fatto outing: il tema delle relazioni gay del resto fa spesso capolino nei suoi racconti e romanzi, una rarità in ambito Horror. Barker ha avuto seri problemi di salute negli ultimi anni: nel 2008 e 2010 è stato sottoposto a ripetuti interventi di asportazione di polipi alla gola, che hanno impattato molto negativamente sulle sue capacità vocali. Nel febbraio 2012 è entrato in coma per undici giorni dopo una visita odontoiatrica, probabilmente per un'allergia a un anestetico: più volte lo scrittore ha affermato che da allora ha strane visioni che lo tormentano.

I libri di Clive Barker



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER