Una donna pericolosa, i tarocchi

Articolo di: 

Una donna pericolosa, di Jill Alexander Essbaum ‒ Feltrinelli 2016 Leggi la recensione del libro

Oh la la. Davvero niente male! La carta rimasta sotto il mazzo è il Diavolo che, nel caso di un’opera creativa, indica un capolavoro e una bella probabilità di successo planetario (con incassi proporzionali). Nel passato il Giudizio Universale e l’Angelo della Temperanza: una rinascita al successo protetta da un Angelo. Nel presente il Papa e l’Appeso: il romanzo vola, comunica, conquista lettori e sa affascinare ogni genere di folla, e sta aspettando quieto di vedere dove andrà a finire. Osserva, penzola tranquillo mentre il Papa fa il suo lavoro. Nel futuro il Carro, ancora conquiste e un percorso saldo alla conquista del pubblico, ma anche la Luna cioè l’energia femminile per eccellenza, la rispondenza dei sensi nelle donne, nelle madri, nella sensibilità più profonda e gentile. La Luna potrebbe anche indicare un ritorno dell’Autrice alla poesia. Attenzione, però, perché il suggerimento di Dio è la Ruota della Fortuna: non lasciamoci ingannare dal nome, è una Ruota ferma. Buona sorte, certo, si sa, ma anche la fine di un ciclo. Questo romanzo segna la fine di qualcosa. Che sia un esordio destinato a non ripetersi? O forse, e questa spiegazione mi conquista, scrivere questo romanzo ha cambiato la vita della sua autrice.

NOTA IMPORTANTE
I Tarocchi sono come i libri: un mistero che si rivela a chi vi si immerge con i sensi giocoso e grato, vorace e curioso, e sospende per un istante la razionalità. La mia conoscenza dei Tarocchi arriva dai seminari di Alejandro Jodorowsky, ma ancora prima dal “sentire”. Abbandonate l’idea che i Tarocchi si possano imparare con regole e memorizzazioni di significato perché, per esempio, “(...) la Torre significa che succede qualcosa tipo un terremoto”: non funziona così e vi invito a diffidare se qualcuno vende letture del futuro come un insieme di carte buttate lì per impressionare. I Tarocchi sono istinto, esperienza, sensazioni, conoscenza e magia. Una mano - cioè un gioco - con i Tarocchi di Marsiglia è unico e riguarda solo due persone: chi consulta e chi legge. Qui userò gli Arcani Maggiori dei Tarocchi di Marsiglia restaurati da Jodorowsky e Camoin e giocherò con i libri e gli Autori: l’approccio sarà intuitivo e liberamente ispirato da Alejandro Jodorowsky. Chi ha voglia di scoprire i Tarocchi di Marsiglia secondo Jodorowsky trova materiale valido in Rete e nel libro “La via dei Tarocchi” di Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa, traduzione di Michela Finassi Parolo, Feltrinelli 2010.



 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER