Manuale di scrittura di fantascienza

Manuale di scrittura di fantascienza

La science-fiction è forse il genere letterario più difficile da scrivere e per tale motivo per scrivere un racconto o un romanzo di fantascienza è necessario che si abbia innanzitutto un’idea tecnica precisa e che poi si conoscano le regole della scrittura creativa in generale. Bisogna approfondire e padroneggiare le pratiche e le tendenze del genere, sapere come costruire una storia e avere un’idea che affronti questioni importanti dell’esistenza, della vita contemporanea e sia imbricata tra le righe della vicenda che deve essere avvincente, ben scritta, con uno stile unico e che deve rispettare i topoì del genere. Caratteristica centrale di un’opera di fantascienza è l’idea che essa cela il novum, che costruisce una metafora, un’allegoria di un problema reale che viene proposto in chiave critica e porta alla riflessione su tale problematica. Questo elemento essenziale fa della fantascienza un genere che non può essere ritenuto, a torto, di basso valore letterario, ma che, se scritto con attenzione alla lingua e allo stile, può assurgere a un genere letterario di grande valore sociale e artistico. La fantascienza diventa letteratura di speculazione mediante l’uso dell’immaginazione e della traslazione metaforica…

I due autori Giulia Abbate e Franco Ricciardiello sono scrittori di fantascienza e anche editor. Espongono, già dalle prime pagine del loro scritto, i loro propositi in merito allo scopo dell’opera e affermano che il loro intento è quello di aiutare chi vuole cimentarsi nella scrittura fantascientifica a capire il genere dandone una infarinatura teorica, a imparare la specificità della scrittura di fantascienza e a indicare le letture dei romanzi più belli del genere. Lo scopo quindi, è quello di dare consigli operativi, di dare punti di riferimento chiari attraverso i quali gli scrittori possano narrare le proprie storie, proporre i propri mondi e celare le problematiche che più stanno loro a cuore. I consigli sono davvero molto pratici e operativi, ad esempio vengono date indicazione precise sulle fasi da seguire partendo dalla programmazione, all’ideazione fino alla revisione. Si invita, in modo esplicito e diretto, a leggere moltissimi romanzi del genere, partendo dalle prime opere famosissime degli albori del ‘900, fino agli autori moderni. Leggere soprattutto scrittori italiani può essere un valido aiuto anche per crearsi dei modelli ai quali rifarsi per affinare un proprio stile. Programmare ogni passo, dedicarsi con rassegnazione alla fase di revisione perché scrivere non è solo frutto di immaginazione, inventiva e creatività, ma è soprattutto un lavoro tecnico, di correzione, di studio dei vari spetti linguistici, di riduzione secondo la teoria del less is more. Il linguaggio è semplice e diretto al lettore/scrittore come farebbe un maestro ed è ricchissimo di esempi e di inviti alla lettura che vengono sostenuti da schede libro e dalle motivazioni per cui bisognerebbe leggere quei testi.



0

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER